WM Expo 2017: terza edizione in pillole

Anche questa volta ce l’hanno fatta! Massimo e Matteo hanno alzato l’asticella della formazione con l’evento WMExpo che ormai compie 3 anni: la risposta del pubblico non si è fatta attendere.. Sold out con oltre 400 iscrizioni!

Come sempre l’evento offre speech che coprono le attività di digital marketing a 360°: come l’anno scorso le sale erano due, una plenaria e una dedicata ai case history. La novità rispetto all’anno precedente sono state le due sessioni di “Tavola Rotonda” o “Clinic” alla fine delle due giornate.

Andiamo con ordine, partendo dai moderatori, di primaria importanza: Giorgio Taverniti e Flavio Mazzanti in sala plenaria e clinic  mentre Miriam Bertoli ha gestito la sala case history.

WMExpo giorno 1

Mattatori della prima giornata, non ne vogliano gli altri, sicuramente Piersante Paneghel ed Enrico Altavilla i quali hanno mostrato come in poche mosse si può “diventare” un black hat seo e far del male ai siti dei competitor. Durante la giornata si potevano imparare anche le strategie di Giovanni Cappellotto ed i tools di Fabio Sutto oltre che la strategia utilizzata da Giannicola Montesano per quanto riguarda la lead generation.

 

Nello stesso giorno ho avuto il piacere di parlare per ben 2 volte di Analytics & CRO: una in sala plenaria e una in sala case history. Nella prima, come da titolo: From Analytics to Conversion Rate Optimization, ho evidenziato come Google Analytics già di default fornisce molti dati su cui porre attenzione, ma spesso rimaniamo come “mucche davanti al treno” perchè non sappiamo come interpretarli. Scoperchiando quindi il vaso di Pandora di Google Analytics si possono poi integrare i dati con altre informazioni custom ed iniziare a costruire una struttura di base dedicata alla CRO. Nella sala case history portato tre casi reali di come i dati online integrati con quelli offline abbiano portato dei netti miglioramenti in termini di di conversioni ed engagement. Entrambe le sessioni mi sembrano andate bene, a giudicare dal numero di persone presenti in sala e dalle domande che mi sono state poste.

Alla fine della giornata, nella sala case study Flavio ha moderato la clinic dedicata ai siti dei partecipanti: un grosso applauso alle persone che hanno avuto il coraggio di darci “in pasto” i loro siti. Per riassumere il tutto, vi riporto quanto scritto da Enrico Marchetto.

WMExpo giorno 2

Il secondo giorno non è da meno, con uno bellissimo speech di Carlotta Silvestrini e, grande scoperta, di Jacopo Matteuzzi che hanno parlato rispettivamente di Rebranding e di Inbound Marketing. Dopo la pausa si è passati allo show di Enrico Marchetto, che ha dimostrato come gestire e trasformare la domanda latente degli utenti in Facebook tramite il case di UPPA.it. Prima della chiusura ci sono stati gli speech di Matteo Monari, che ha portato un’interessante Framework per i processi SEO, e di Guido Ghedin che ci ha parlato del futuro dell’online dal punto di vista del mercato cinese: super interessante. Anche alla fine del secondo giorno c’è stata una clinic, molto partecipata ed interessante.

Impressioni

Volendo riassumere il WMExpo di quest’anno, posso sicuramene affermare che:

  • La scelta dei moderatori è stata super-ottima!
  • Il livello degli speech si è alzato ulteriormente
  • La formazione è stata di altissimo livello
  • (Oltre che a rivedere tantissimi colleghi e amici) ho avuto il piacere di scoprire i simpaticissimi Flavio e Jacopo
  • Le clinic sono state il tocco in più

Conoscendo Massimo e Matteo staranno sicuramente già pensando  a qualche sorpresa per l’anno prossimo, per cui ti consiglio di non mancare. Ci vediamo a WMExpo 2018 🙂

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *