Google Optimize finalmente integrato a GA4

GA4 Integration with Google Optimize

Proprio ieri pomeriggio, mentre curiosavo nell’account Demo di Google Analytics 4, mi sono accorto della presenza di alcuni eventi “particolari” e ho riportato il tutto via Twitter e LinkedIn.

Dopo poche ore, grazie sempre ad un tweet di Charles Farina, vedo che la mia intuizione è stata confermata: GA4 e Google Optimize finalmente possono essere integrati!

Questa è una grande notizia in quanto è un’altro tassello che va a comporre il puzzle delle integrazioni totali dell’ecosistema di Google Marketing Platform anche per gli utenti che utilizzano il servizio GA4 “standard” e non solo 360.

Vediamo i dettagli di questa integrazione.

Collegare GA4 e Google Optimize

Per prima cosa dovete accedere al vostro account di Google Optimize (oppure crearne uno nuovo) e cliccare in alto a destra alla voce “Settings”, come evidenziato dallo screenshot

Connect GA4 to Optimize step 1

Nella schermata che si aprirà, selezionare lo slot dedicato a Google Analytics (step 2)

GA4 Google Optimize Integration Step 2

E successivamente modificare il collegamento da Universal Analytics alla property GA4 di interesse (step 3) e salvare il cambio.

GA4 Google Optimize Integration Step 3

Prime Considerazioni

Quello che risulta subito evidente è l’impossibilità di inviare i dati a due property distinte, ovvero quella di Universal Analytics -magari- “storica” e quella nuova di GA4.

Una volta effettuato il cambio diamo quindi un taglio con il passato in quanto tutte le eventuali bozze e i nuovi esperimenti verranno aggiornati con il collegamento alla property GA4. I test che abbiamo invece concluso e che erano sotto property Universal Analytics manterranno il collegamento esistente e i dati saranno accessibili finché la property UA esiste e/o si dispone dei grant di visualizzazione (o superiore).

Il counting delle impressions inizierà ad essere popolato fino a 12 ore dopo l’inizio di un esperimento.

Primo suggerimento: se volete fare prima dei test, createvi un nuovo account di Google Optimize a cui agganciare una property GA4 di prova e poi passate alla versione “live”: avrete così il tempo di familiarizzare al meglio con i nuovi eventi generati da Optimize.

Principali novità per l’integrazione GA4 e Google Optimize

Ovviamente ci sono anche tantissime novità (e benefici) in ambito integrazione GA4 – Google Optimize, vediamo le principali:

1. Utilizzare le Audiences di GA4 in Google Optimize

Optimize ti consente di utilizzare le audiences di GA4 negli esperimenti, consentendoti di targhettizzare al meglio i tuoi esperimenti su un gruppo di utenti che mostrano determinati comportamenti sul tuo sito.

Questa funzione, in Universal Analytics, era attiva solo per gli account 360, ora invece è disponibile a tutte le property GA4.

Dato il miglioramento delle audiences in GA4, pensate a cosa si può ottenere in termini di targeting utenti e alle infinite possibilità di miglioramento delle performance del sito!

2. Attivazione esperimenti in simultanea

Al momento è possibile attivare fino a 10 esperimenti e 10 personalizzazioni simultanee per property.

Rispetto a Universal Analytics è un leggero downgrade in quanto prima il limite era di 24 esperimenti e 10 personalizzazioni simultanee per vista.

Sono abbastanza certo, però, che dopo una prima fase di assestamento ci sarà un upgrade degli esperimenti e personalizzazioni in contemporanea.

3. Google Ads Targeting e AMP Experiment

A differenza di Universal Analytics, queste features non sono ancora disponibili in GA4.. 🙁

4. Obiettivi

Rispetto ai goals presenti in UA, in GA4 è possibile scegliere al momento tra Purchases, Purchases Revenue e Pageviews

5. Variant Impressions

In GA4 ci troveremo all’interno dei report gli eventi optimize_personalization_impression e experiment_impression di default quando attiviamo un esperimento o una personalizzazione in Google Optimize (vedi capitolo successivo).

6. Durata Esperimento

Viene ridotta la durata dell’esperimento dai 90 giorni max di UA ai 35 giorni di GA4

7. Variazione nei dati raccolti

Anche a livello di reporting sono presenti delle differenze rispetto a UA:

  1. In GA4 possiamo generare dei rapporti sui singoli utenti e sul behavior nelle experience in modalità multisessione
  2. Non è previsto al momento che Optimize rilasci un report realtime ma possiamo sempre utilizzare GA4 realtime report per visualizzare le impressions
  3. Al momento non vengono popolate delle custom dimensions relative agli esperimenti come in Universal Analytics
  4. Ci potrebbero volere fino a 72 ore per visualizzare i dati all’interno di Optimize una volta collegato GA4

Che Dati trovo in GA4?

Penso questa sia una delle domande principali al momento che un utente si pone prima di generare lo switch nell’integrazione tra GA4 e Google Optimize.

  • Tra gli eventi registrati troverò experiment_impression oppure optimize_personalization_impression. Nello screenshot sotto sono presenti i dati relativi ad un esperimento di Optimize in GA4

experiment_impession

  • Tra i parametri relativi all’evento troverò experiment_id che indica l’id dell’esperimento attivo

experiment_id

  • All’interno della sezione “Explore” posso utilizzare i dati relativi all’esperimento generato

experiment in Explore

Considerazioni complessive integrazione GA4 e Google Optimize

L’integrazione tra GA4 e Google Optimize porta GA4 stesso su un livello sempre più importante in termini di possibilità di miglioramento sia dell’esperienza utente che delle performance.

Basti pensare che ora è possibile utilizzare per tutte le property di GA4 le audiences, ovvero targhettizzare in modo super preciso gli utenti che devono essere coinvolti nelle esperienze che andiamo a creare: questo si traduce ovviamente anche in un benefit in relazione all’advertising per il remarketing e retageting visto che le stesse audiences posso importarle in Google Ads.

Sono sicuro che entro breve saranno apportate delle nuove features a questo collegamento.. intanto iniziamo a prenderci mano e a incrementare le performance del nostra business!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.